PROGNOSI


Fai di AltroMolise la tua Home Page


Aggiungi Altromolise ai tuoi siti preferiti


Home » prognosi
Cerca in Altromolise nel Web con

 

  E’ troppo tardi per stare calmi, fuori Casa Pound dalle nostre città!
2011-12-15 00:40:45
 di PAOLO DI LELLA* - In questi ultimi mesi nel Molise è tornato d’attualità l’antifascismo.
 

L’annuncio da parte di Casa Pound di tenere a Isernia un’iniziativa pubblica con il patrocinio delle istituzioni, ha scatenato una reazione importante che ha coinvolto più di trenta associazioni tra i promotori del nascente Comitato Molisano Antifascista.
Proprio in quest’occasione, avvenuta lo scorso 29 Ottobre, il Comitato ha dato vita a un’importante mobilitazione con l’obiettivo di denunciare le connivenze tra i neo-fascisti e le istituzioni amministrative e per rimarcare l’inconciliabilità assoluta tra lo spirito della nostra Carta costituzionale e qualsiasi organizzazione che direttamente o indirettamente, specificatamente o in modo generico, si richiami all’ideologia fascista e/o ai metodi che ne sono caratteristici.
Abbiamo prodotto, per l’occasione, una grande quantità di materiale informativo, finanche un dossier dettagliato, allo scopo di spiegare la vera natura di Casapound, oltre il velo di associazionismo, mutualismo e di retorica nazional-socialista dietro alla quale si nascondono i “fascisti del terzo millennio”, come loro stessi si definiscono.
Nei nostri appelli, nonché nell’atto di costituzione del C.A.M.
(clicca qui), abbiamo rilevato, fino allo sfinimento, il rapporto diretto tra la presenza sul territorio di organizzazioni come CasaPound e l’aumento vertiginoso di aggressioni e atti d’intolleranza nei confronti non solo degli avversari politici, ma soprattutto di omosessuali, extra-comunitari, clochard, e minoranze varie.
Abbiamo inoltre ricordato le vittime innocenti del moderno squadrismo fascista, dagli studenti sedicenni aggrediti dai militanti di “Blocco Studentesco” durante la manifestazione contro la Riforma Gelmini a Roma, a Nicola Tommasoli reo di aver negato una sigaretta; da Renato Biagetti assassinato per mano di due fascisti al termine di un concerto reggae, a Davide Cesari ucciso a Milano per futili motivi da padre e figlio, entrambi militanti fascisti.
Per loro sfortuna, noi la memoria l’abbiamo… e – ahi loro – abbiamo anche la capacità di collegare le cause ai loro effetti.
In occasione dell’iniziativa a Isernia, tuttavia, in modo rocambolesco, per quanto ridicolo e paradossale, abbiamo dovuto affrontare una città blindata, con uno sproporzionato dispiegamento di forze di polizia a difesa dei “poveri” casapoundini che in fondo “non facevano nulla di male”, volevano solo “presentare un libro” (“Nessun Dolore”, in altre parole un inno al cameratismo).
Non solo ci è stata negata la piazza, ma siamo stati anche vittime di scarsissima attenzione da parte dei media che, invece, hanno dedicato ai fascisti ampio spazio e la possibilità di fare propaganda mistificatoria.
Ma non finisce qui. Qualche giorno fa, sempre a Isernia, Casa Pound ha presentato un altro libro nei locali del Comune e, udite udite, col patrocinio di quest’ultimo!
Uno scandalo indicibile nei confronti del quale protestiamo vibratamente e contro il quale torneremo a manifestare pubblicamente.
Per il momento ci limitiamo a raccontare l’ennesimo episodio di ordinaria violenza fascista: proprio mentre scriviamo, a Firenze, un militante di Casa Pound ha fatto irruzione in due diversi mercati della città uccidendo a sangue freddo e con cinica predeterminazione tre migranti, tre giovani ragazzi cha stavano lavorando onestamente.
Sarebbe troppo facile, e peraltro non fa parte del nostro stile, affermare “noi lo avevamo detto”, ma intendiamo lanciare l’ennesimo monito alle istituzioni dello Stato affinché non tollerino oltre le provocazioni di questi infami criminali che forse hanno pure abbandonato la camicia nera, ma sicuramente non hanno abbandonato le idee di fondo del nazi-fascismo.
Chiediamo pertanto la messa al bando di tutte le organizzazioni neo-fasciste e l’immediata chiusura dei lori covi.

*Segretario Prc Campobasso

 

   
 

 

| Feed RSS | Pubblicità | Eikon comunicazione | Altra Comunicazione