Capracotta riscopre un vecchio trullo

L’Amministrazione molisana, del comune di Capracotta, grazie ad unefficace intervento di manutenzione, ha tratta in salvo il trullo di Re jacce de la Verròina.

Le parole dello scrittore Nicola Mastronardi

Il giornalista scrittore Nicola Mastronardi ha dichiarato «Nei giorni scorsi ho condotto due amici importanti sui luoghi intorno a Capracotta nei quali sono ambientate alcune scene di Viteliu. Uno di questi luoghi è “Re jacce de la Verròina”, lo stazzo con Trullo alle falde di Monte Capraro. Lo frequento da anni insieme a lettori e scolaresche. Ieri ho avuto la sorpresa di trovare il “Trullo di Assio”, così si chiama quel rudere nel mio romanzo, restaurato e rinnovato a nuova vita. Lo aveva annunciato Candido Paglione diversi mesi fa. Promessa mantenuta. Grazie sindaco, anche da parte mia e di tutti quelli che lo visiteranno dopo aver letto Viteliu».

Un romanzo dedicato alla storia sannita

Nicola Mastronardi, giornalista e scrittore, ha scritto il romanzo storico incentrato su cultura e storia delle popolazioni sannite. Queste ultime risiedevano nell’Altissimo Molise e l’Alto Vastese nei secoli e nei millenni scorsi.

Il libro, la cui fama ormai ha raggiunto l’apice del successo, è stato una manna dal cielo per il turismo “storico” nei luoghi descritti dall’autore. Per questo il comune di Capracotta ha voluto restaurare appunto quello che nel libro di Mastronardi si chiama Trullo di Assio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *