I fedeli si riuniscono in Piazza per la festa di San Rocco

Il sentimento in Molise per la religione è molto forte. Non a caso i fedeli si sono riuniti numerosi (insieme ai tanti turisti) a Termoli per festeggiare la festa di San Rocco.

La festa in Chiesa

La celebrazione eucaristica si è tenuta ad opera di mons. Gabriele Mascilongo e di mons. Antonio Lazzaro. Durante la predica, don Gabriele ha detto che San Rocco ci invita a due riflessioni: il primato di Dio e la fantasia nella carità. Ecco cosa ha detto «Una società non può vivere senza un riferimento all’assoluto, al mistero che avvolge la nostra vita e ci fa comprendere la sua profondità e la sua bellezza. Gli avvenimenti attuali dicono esattamente il contrario: il non senso della vita e la banalità del male. La celebrazione di oggi, ha osservato il sacerdote, sia non solo una ricorrenza tradizionale ma un invito a comprendere l’attualità del suo messaggio: la vita ha un senso se Dio non viene escluso dalla realtà quotidiana e dalla nostra vita personale, dalle nostre famiglie, dai nostri valori. Dopo aver scoperto Dio, San Rocco ha lasciato ogni cosa mettendosi in cammino, tutto è divenuto secondario. Conta quindi mantenere il legame assoluto che dà senso ad ogni avvenimento e che da senso al nostro cammino».

La fase finale dell’omelia

La benedizione conclusiva è arrivata da parte di mons. Lazzaro, il quale ha detto grazie per la presenza dei portatori e per il servizio che prestano con devozione nei confronti del Santo.

La felicità e la gioia di questi giorni di festa è stata celebrata a pieno attraverso una foto collettiva a conclusione seguita da molti ringraziamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *