Miosite: cos’è, come si cura

La miosite è una malattia del tessuto muscolare, più precisamente si tratta di uno stato infiammatorio che può avere tante cause diverse e per questo talvolta pone dei problemi di cura per la difficoltà nel risalire alla specifica causa del problema.

 

  • I sintomi della Miosite

 

La sede muscolare maggiormente colpita dalla miosite è rappresentata dai muscoli più vicini al tronco, quindi collo, spalle, braccia, anche, cosce; la miosite, l’infiammazione del tessuto muscolare, colpisce raramente altri muscoli più distanti dal tronco quali l’avambraccio, i polpacci e ancora meno i muscoli viscerali anche se non sono da escludere totalmente.

I sintomi solitamente sopraggiungono rapidamente, in forma acuta, specialmente quando alla base della miosite c’è un’infezione virale mentre quando la causa è la presenza si corpi inclusi, l’insorgenza e lenta e può presentarsi anche ad anni di distanza.

I sintomi principali sono:

  • Astenia
  • Dolore muscolare
  • Crampi muscolari
  • Indolenzimento dei muscoli
  • Riduzione della massa muscolare

In taluni casi si possono manifestare anche:

  • Difficoltà nella deglutizione
  • Visione doppia
  • Cardiopatia dilatativa
  • Febbre e Brividi nelle forme da cause infettive

 

  • Cause della miosite

 

Abbiamo evidenziato in premessa come le cause della miosite possano essere molteplici ma possiamo, per semplificare, suddividere le cause in base alla classificazione dell’eziologia.

 

  • Miosite infettiva

 

  • Virus ad esempio dell’influenza o del HIV
  • Batteri, di cui i maggiormente responsabili sono stafilococchi e streptococchi
  • Vari parassiti tra cui la trichinellosi le cui larve si possono localizzare nel tessuto muscolare dando origine alla miosite

 

  • Miosite autoimmune

 

Traggono causa dalla reazione del sistema immunitario che aggredisce per diversi meccanismi i tessuti del corpo, nella fattispecie quelli muscolari. Le forme autoimmuni si possono riunire in Polimiosite quando vengono colpiti diversi gruppi muscolari e Dermatomiosite che si presenta anche con problemi di carattere dermatologico. 

Tutte le malattie reumatiche sono capaci di provocare anche miositi per gli stessi meccanismi di aggressione del tessuto muscolare da parte del sistema immunitario.

 

  • Miosite da farmaco

 

Molti farmaci possono provocare, come effetto collaterale indesiderato, una miosite. Si tratta di diversi farmaci alcuni dei quali anche diffusamente utilizzati ma in generale si tratta dei farmaci per tenere sotto controllo il colesterolo come l’atorvastatina, la simvastatina eccetera.

Molte altre forme di miosite non sono riconducibili ad una delle cause esposte; vengono classificate come “miositi idiopatiche” mentre invece altre forme ancora sono da riferire ad altre patologie presenti come tumori, Lupus, artrite reumatoide o altre malattie autoimmuni.

Esistono anche altre forme di miosite ma piuttosto rare e per questo le trascuriamo in questo articolo.  

 

  • Diagnosi

 

Alcuni esami ematici possono essere utili nella diagnosi della miosite: tra questi troviamo il CPK che, in caso di miosite, innalza il suo livello anche oltre 50 volte il suo valore normale. Se si dovesse sospettare una miosite di carattere autoimmune potrà anche essere utile la ricerca di anticorpi specifici.

Ciò che rappresenta il mezzo diagnostico più specifico e sicuro è la biopsia ovvero il prelievo di un piccolo campione di tessuto muscolare che viene poi analizzato da un patologo.

 

  • Cura della miosite

 

La cura della miosite deve essere orientata alla causa della stessa. In caso di diagnosi di miosite da agente infettivo, la cura dovrà consistere nel contrasto all’agente specifico, ricordando che contro i virus le armi della medicina sono ancora piuttosto spuntate, nonostante i notevoli progressi degli ultimi anni.

Se la miosite è di tipo autoimmune la terapia consisterà nella somministrazione di Corticosteroidi ad alte dosi ma se questo non dovesse essere risolutivo occorrerà aggiungere alla terapia anche degli immunosoppressori.

Nella miosite da farmaci, naturalmente, la cura consisterà nell’eliminazione di quel farmaco che potrà essere sostituito da molecole diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *