Come scegliere il passeggino

Quando arriva un bebè in famiglia, sono tantissimi gli interrogativi con i quali si ha a che fare. Tra questi, è possibile ricordare tutto ciò che riguarda la scelta del passeggino migliore. Se stai cercando dritte in merito, nelle prossime righe puoi trovare alcuni preziosi consigli per iniziare a orientarti nella scelta.

Da dove si parte

Scelta del passeggino: da dove si parte? Ovviamente il primo criterio che viene considerato a pelle è quello estetico. Alzi la mano la neo mamma che non ha mai pensato “Ah, questo passeggino è perfetto! È bellissimo!”. Locchio vuole la sua parte anche in questo caso e gliela diamo volentieri, ma bisogna tenere presenti anche altri aspetti. Tra questi, è possibile ricordare senza dubbio la leggerezza. Il passeggino perfetto deve infatti essere agevole da spostare e maneggevole. Fondamentale è anche la facilità nel piegarlo per riporlo in auto.

Da non dimenticare è poi la necessità di gestirlo senza problemi sui mezzi pubblici e nell’eventuale ascensore del condominio. Un criterio molto utile nella scelta consiste nella possibilità di chiuderlo con una sola mano (l’altra può infatti essere impegnata a tenere il bambino).

Qualche numero

Entriamo nel dettaglio dei consigli per scegliere al meglio il passeggino, diamo qualche informazione in più sui parametri che vanno assolutamente considerati soprattutto se si intende utilizzare il passeggino subito dopo aver abbandonato la carrozzina.

In questi frangenti, è consigliabile orientarsi verso modelli con schienale rigido, meglio ancora se reclinabile di 150° (l’optimum sarebbe 180). Un suggerimento molto utile consiste nell’orientarsi verso un passeggino contraddistinto dalla possibilità di alzare il poggiapiedi. In questo modo, quando il piccolo sarà cresciuto, avrà a disposizione uno spazio più ampio e confortevole (aspetto indubbiamente vantaggioso per quanto riguarda il sonno).

Passeggino sportivo, l’ideale per chi ama tenersi in forma

Fino ad ora abbiamo passato in rassegna i consigli ideali per chi punta a scegliere il passeggino perfetto da utilizzare in città. Non bisogna però dimenticare la possibilità di scegliere anche passeggini sportivi, perfetti per le neo mamme che vogliono approfittare delle passeggiate con il pupo per tenersi in forma.

In questo caso, oltre alla già citata maneggevolezza, tra i criteri da considerare deve essere presente anche l’ergonomia del manico, per non parlare delle dimensioni delle ruote, che devono essere adatte anche a percorsi su terreni sterrati.

Altre indicazioni

Sono davvero tanti i parametri da considerare quando si deve scegliere il passeggino perfetto. Abbiamo citato i modelli leggeri – su www.passeggini.net puoi trovarne numerosi a prezzi ottimi – che hanno il pro della facilità nell’apertura. Inoltre, come già detto, sono la risposta ideale a chi deve muoversi in città e gestire spesso gli spostamenti in auto.

Questa scelta ha anche diverse criticità. Tra queste, è possibile ricordare il fatto che, in linea di massima, questi passeggini non sono il massimo per le dormite. Il motivo è legato alle peculiarità dello schienale, che non risulta completamente reclinabile. I passeggini con 3 o 4 ruote hanno invece il contro del peso, ma il pregio di essere adatti anche a terreni un po’ accidentati.

Un’ulteriore alternativa che non abbiamo ancora citato è quella del trio. Questa tipologia di passeggino è scelta da molte neo mamme per via della possibilità di utilizzo per un ampio lasso di tempo. Per completezza informativa, è bene considerare anche il punto debole della presenza della carrozzina, che ha un’utilità pratica limitata a pochissimi mesi.

In quest’ultimo caso, bisogna tenere in conto anche una spesa maggiore che, in alcuni casi, può portare a orientarsi verso il duo, che unisce la funzionalità del passeggino e quella dell’ovetto da auto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *